Vincere e sperare: così il Milan può qualificarsi in Champions

Vincere e sperare: così il Milan può qualificarsi in Champions


Il punto conquistato in casa con il Porto ha tenuto vive le speranze del Milan di qualificarsi agli ottavi di finale della UEFA Champions League. Impresa semi impossibile, ma la cui fattibilità è stata certificata in serata dal successo del Liverpool sull’Atletico Madrid, che ha tenuto aperti i giochi.


Milan si qualifica se – La classifica attuale


I Reds si sono imposti ad Anfield 2-0 sulla squadra di Simeone, facendo il proprio “dovere” innanzitutto per se stessi – primo posto sicuro nel gruppo B – e poi nei confronti delle altre. Milan compreso: con questo k.o. i Colchoneros rimangono fermi, con gli inglesi a 12 punti, seguiti dal Porto con 5, dall’Atletico con 4 e dal Milan con 1.


Questa, insomma, la classifica attuale:

Liverpool – 12 punti Porto – 5 punti Atletico Madrid 4 punti Milan – 1 punto

Ma cosa serve al Milan per qualificarsi? Innanzitutto, per far sì che il miracolo riesca, i rossoneri devono vincere obbligatoriamente entrambe le ultime due partite del girone. Ovvero a Madrid il 24 novembre e a San Siro con il Liverpool il 7 dicembre. E ovviamente potrebbe non bastare.


Milan si qualifica se – Le combinazioni

Due le combinazioni possibili. La prima: vittoria del Liverpool sul Porto alla quinta giornata e pareggio fra Porto e Atletico all’ultima (oppure vittoria dell’Atletico se il Milan però vince con almeno due reti di scarto a Madrid o chiude comunque con una differenza reti migliore dell’Atletico).


La seconda: pareggio fra Liverpool e Porto alla quinta giornata e vittoria dell’Atletico sul Porto all’ultima (se il Milan vince con almeno due reti di scarto a Madrid o chiude comunque con una differenza reti migliore). Insomma, vincere potrebbe non bastare, il Milan dovrà farlo anche nel migliore dei modi possibili, e poi sperare nei risultati avversari: non tutto è – ancora – perduto.



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti