Cerca
  • Stefano Valenti

NEL SEGNO DI IBRA... E DI REBIC

La vittoria contro il Crotone, ha dimostrato che il Milan è sempre sul pezzo e non ha paura di niente e di nessuno. Ma vediamo il resoconto del match, nel segno di Ibra e di Rebic con l'analisi della partita.

A San Siro il Milan si sbarazza del Crotone e torna al comando del campionato: 4-0. Un verdetto senza storia, ma una partita in discesa solo da metà ripresa: nel primo tempo i calabresi hanno complicato la vita, poi nel secondo - complici anche i cambi, dall'ingresso di Çalhanoğlu all'uscita di Ounas - i rossoneri hanno dominato. Decisivi Ibrahimović e Rebić, una doppietta a testa; Zlatan, in particolare, ha realizzato i gol più importanti (1-0 e 2-0), raggiungendo e superando quota 500 reti in carriera con i Club. La prestazione di squadra è stata di attenzione e voglia, necessaria per vincere ancora e mantenere la porta inviolata. In auge Zlatan e Ante, da sottolineare anche le grandi prestazioni di Hernández e Meïte come il ritorno in campo da protagonista di Çalhanoğlu (doppio assist). Archiviata la 21° giornata di Serie A, il Diavolo si riprende la vetta solitaria della classifica salendo a 49 punti. In attesa del prossimo weekend, sabato 13 febbraio alle 20.45, quando sarà in programma la trasferta di Spezia. Bravi ragazzi!

LA CRONACA In avvio tiri alti di Meïte al 1' e Ounas al 4'. Al 6' Calabria va a segno ma il gol viene annullato per il fuorigioco in partenza di Ibrahimović. Crotone pericoloso: all'8' Ounas calcia e Donnarumma vola a smanacciare; al 10' Di Carmine colpisce di testa in piena area, palla di poco a lato. I rossoneri si accendono: all'11' Leão va quasi a botta sicura dopo una ripartenza poderosa di Hernández, Golemić si immola col corpo; al 16' Cordaz respinge la deviazione aerea di Calabria. Al 30' Ibra la sblocca, anche grazie al pregevole assist di Leão, completando una bella azione nello stretto con un preciso destro a giro sottomisura. La gara non è semplice, duplice fischio. Il cambio Castillejo-Saelemaekers dà il via alla ripresa. Faticano a vedersi occasioni, al 50' ci prova Meïte dalla distanza, poi il Milan accelera: al 60' miracolo di Cordaz su Leão, al 63' mancino di Hernández vicino all'incrocio. Sono i prodromi del raddoppio, che arriva al 64': proprio Theo scambia con Rebić e serve a Ibrahimović il tap-in a porta vuota. Quindi tocca ad Ante salire in cattedra e calare il poker (doppietta) nel giro di un minuto: al 69' incornando sugli sviluppi di un angolo di Çalhanoğlu, al 70' scaricando in rete il passaggio ancora di Çalha. Nel finale, Cordaz dice no a Ibrahimović, Castillejo e Mandžukić evitando di peggiorare il passivo. Triplice fischio.

L TABELLINO

MILAN-CROTONE 4-0

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Tomori, Romagnoli, Hernández; Meïte, Kessie (42'st Krunić); Saelemaekers (1'st Castillejo), Leão (17'st Çalhanoğlu), Rebić (32'st Hauge); Ibrahimović (32'st Mandžukić). A disp.: A. Donnarumma, Tătărușanu; Dalot, Gabbia, Kalulu; Maldini. All.: Pioli.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemić, Luperto; Rispoli, Benali (27'st Eduardo), Zanellato, Vulić (33'st Petriccione), Pereira; Di Carmine (33'st Simy), Ounas (18'st Rivière). A disp.: Crespi, Festa; D'Aprile, Magallán, Marrone; Reca, Rojas. All.: Stroppa.

Arbitro: Pairetto di Torino. Gol: 30' e 19'st Ibrahimović (M), 24'st e 25'st Rebić (M). Ammoniti: 36' Saelemaekers (M), 28'st Rispoli (C), 36'st Romagnoli (M), 41'st Calabria (M).


Un successo fondamentale, da rivivere attraverso queste dieci curiosità:

1- Zlatan Ibrahimović ha raggiunto le 500 reti in carriera con i club, considerando tutte le competizioni: 501, di cui 83 con la maglia del Milan.

2- Lo svedese è il giocatore che, con Cristiano Ronaldo, ha realizzato più doppiette nei top-5 campionati europei 2020/21 (sei).

3- Era dal maggio 2012 che il Milan non vinceva cinque gare di fila contro squadre neopromosse in Serie A, quando arrivò a quota otto con Allegri alla guida.

4- Era dal 2005/06 che il Milan non realizzava 45 gol dopo le prime 21 gare stagionali in Serie A.

5- Il Milan è la squadra ad aver tenuto più volte la porta inviolata in questo campionato (otto).

6- I rossoneri hanno realizzato tre gol nell'arco di sei minuti, non segnavano tre reti in così poco tempo dallo scorso luglio in Serie A: tre gol dal 62° al 67° vs Juventus.

7- Ante Rebić ha realizzato la sua seconda doppietta in Serie A, dopo quella del gennaio 2020, al Meazza, contro l'Udinese; in particolare, il croato non andava a segno in due presenze di fila dallo scorso luglio in campionato.

8- Sette degli otto assist di Hakan Çalhanoğlu in questo campionato sono arrivati da inizio dicembre: record nel periodo nei top-5 campionati europei assieme a Kingsley Coman.

9- Rafael Leão è il quinto giocatore più giovane dei top-5 campionati europei 2020/21 tra quelli in doppia cifra tra gol e assist: cinque reti e cinque assist per il portoghese finora.

10- Tre dei cinque assist del portoghese in questo campionato hanno propiziato un gol di Zlatan Ibrahimović.




4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti