MILAN-ATLÉTICO MADRID: MATCH PREVIEW

MILAN-ATLÉTICO MADRID: MATCH PREVIEW Secondo turno di Champions League: la nostra guida sulla sfida con i Colchoneros


Era stato proprio l'Atlético Madrid l'ultimo avversario di Champions League a San Siro. Era il 19 febbraio 2014, a guidare i rossoneri in panchina c'era Clarence Seedorf, in campo Ricardo Kaká, che quella notte colpì una clamorosa traversa. Sono passati più di 7 anni e i tifosi rossoneri riaccolgono tra le mura amiche la massima competizione europea, di nuovo contro i Colchoneros. Un ritorno storico, atteso e meritato: si scenderà in campo alle 21.00 per la seconda giornata del Gruppo B e, al di là dei ricorsi storici, ci sarà una vittoria da raggiungere per entrare in corsa per la qualificazione.


QUI MILANELLO Ottima la reazione dei rossoneri dopo la sconfitta di Liverpool: un pareggio 'in emergenza' contro la Juventus, poi due vittorie consecutive contro Venezia e Spezia. Ora il livello sale e fortunatamente Pioli potrà fare affidamento su qualche giocatore in più. Nell'allenamento di domenica è tornato in gruppo Alessandro Florenzi, tra i convocati del Mister dopo i rientri già avvenuti a La Spezia di Davide Calabria e Olivier Giroud, in ballottaggio con Ante Rebić per un posto al centro dell'attacco. Ancora indisponibili, invece, Bakayoko, Kjær, Krunić, Ibrahimović e Messias.

"Dovremo giocare una partita di altissimo livello dal punto di vista tecnico, mantenendo al massimo l'attenzione per tutti i 95 minuti: in Champions League si alza l'asticella e i particolari fanno la differenza", le parole alla vigilia di Stefano Pioli. "A Liverpool abbiamo subito dei gol su disattenzioni: dobbiamo giocare in modo semplice, veloce, senza sbagliare scelte. Sarà una partita importante, ma non decisiva: ci saranno quattro gare dopo quella di domani, ma vogliamo sbloccarci e fare punti".


QUI ATLÉTICO MADRID La formazione di Diego Pablo Simeone sta attraversando un periodo non brillantissimo: una sola vittoria nelle ultime quattro partite giocate, contro il Getafe con doppietta in rimonta di Luis Suárez al 78' e al 90', con una sconfitta nell'ultima giornata contro l'Alavés. Questo frangente negativo non inganni però sul reale valore di questa squadra che in estate ha aggiunto al proprio roster Rodrigo de Paul, Matheus Cunha e Antoine Griezmann. L'allenatore argentino in questa prima fase della stagione sta schierando la squadra con un 3-5-2, pronto a sprigionare tutta la qualità del suo attacco. Solo in un match, proprio contro il Getafe, l'Atleti è sceso in campo con il 4-4-2.

"Affrontiamo una squadra forte, in fiducia e che gioca un calcio molto dinamico", le parole di Simeone in conferenza stampa. "È bello tornare a giocare contro una grande squadra contro il Milan. Ha una rosa che è cresciuta molto in questi ultimi anni, è un rivale importante che ha fatto bene nella trasferta di Liverpool. Giocheremo comunque con tranquillità, dovremo dare il massimo".


QUI CASA MILAN Milan-Atlético Madrid sarà trasmessa da Sky con la telecronaca di Maurizio Compagnoni e Beppe Bergomi: il match sarà infatti disponibile sui canali Sky Sport Uno (201 del satellite; 472/482 del digitale terrestre), Sky Sport (252 del satellite) e Sky Sport 4K (213 del satellite), ma anche in chiaro su Canale 5 e in diretta streaming sulla piattaforma Mediaset Infinity, in entrambi i casi con il commento di Massimo Callegari e Roberto Cravero.


Sui canali rossoneri, invece, l'appuntamento è con il Matchday di Milan TV, disponibile in abbonamento su SKY (canale 230), all'interno del palinsesto di DAZN o di Amazon Prime Video Channels, in abbonamento a €3.99 al mese con quindici giorni di prova gratuita. La diretta del pre-partita rossonero si aprirà alle 19.45, fino ad arrivare a 10 minuti dal calcio d'inizio di San Siro: in studio Pasquale Campopiano, il Campione del Mondo Cristian Zaccardo e Andrea Maldera. Al termine, spazio di nuovo allo studio e alle interviste a caldo di Mister Pioli e dei giocatori.



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti