Cerca
  • Sara Pellegrino

La mancanza di Ibra si sente, ma la Svezia resiste



Tra gli impegni per le varie Nazionali ed il caldo estivo che invade l’Italia, sono giorni infuocati anche per il bomber Zlatan Ibrahimovic. Il ragazzo è rimasto in panchina dopo l’infortunio al ginocchio rimediato nella gara di ritorno contro la Juventus in data 9 maggio (Juventus vs Milan 0 -3)). Lo stop dimediato ha impedito al giocatore di continuare la salita del Milan per potersi accaparrare il biglietto di ingresso per la Champions League.


La convocazione in Nazionale e poi il forfait

Durante la stagione 2020/2021, ci sono state soddisfazioni per Zlatan Ibrahimovic: in primis la convocazione con la Svezia, dopo l’amaro addio nel 2016. Le gare contro Kosovo e Gorgia per i Mondiali 2022 in Quatar, hanno visto Ibra come uno dei protagonisti dei match. Il bomber ha reso nota a tutti la sua soddisfazione dopo aver ricevuto la chiamata del tecnico Janne Andersson: ‘’Dio è tornato’’ twittava sui social. La sua mancanza con la squadra gialloblù per l’Euro2021 si è fatta sentire, eccome!Vi ricordate il gol e l’assist di tacco con il Kosovo e l’assist con la Georgia? Zlatan è una forza della natura che riesce ad unire il suo amore per il calcio all’incredibile talento del taekwondoo. Nella gara del 14 giugno contro la Spagna, nessuna delle due squadre è riuscita ad avere la meglio. Una gara abbastanza equlibrata in cui le due sfidanti hanno ottenuto un punto nel Girone E dominato dalla Slovacchina che ha sconfitto la Polonia.


Ore decisive per Zlatan

L’esito dell’infortunio rimediato con la Juventus ha evidenziato un trauma distorsivo al ginocchio sinistro e non si sa esattamente se il ragazzo sarà sottoposto ad un’operazione o se proseguirà la terapia conservativa. Intanto i rossoneri lo attendono, anche in occasione del raduno che si terrà in data 8 luglio 2021 a Milanello.

21 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

Brahim Diaz già in forma

Contro il Modena, a Milanello, si é messo in mostra Brahim Diaz. Per il talento spagnolo era la prima volta con la maglia numero 10 sulle spalle, realizzando un assist e un goal.  L'ex Real ha mostrat