Cerca
  • Sara Pellegrino

La Danimarca vola a Wembley e si gioca in 12



Siamo giunti ormai alle fasi finali di questa competizione UEFA Euro 2020: l’Italia, la nostra Nazionale simbolo di appartenenza, ci sta regalando tantissime emozioni ma anche qualche spavento, come l’infortunio del giovane Spinazzola. Ma un’altra sorpresa, che in pochi si aspettavo, è anche la Danimarca capitanata dal grande Simon Kjaer, leader, eroe e simbolo del calcio, ma soprattutto rappresenta il Milan in questi europei. Siamo orgogliosi di avere uno dei nostri giocatori che disputerà una delle due semifinali e, nessuno avrebbe potuto rappresentare al meglio i valori quali il rispetto della vita umana, il volersi mettere in gioco ed aiutare il prossimo e la prontezza di saper aiutare e ricomporre la squadra in qualsiasi momento. La sorpresa di vedere i danesi nella fasi finali è stata sorprendente, considerando come la squadra di Hjulmand fosse partita con il piede storto. Adesso i ragazzi devono mettercela tutta e mercoledì sfideranno la temibile Inghilterra al Wembley. Come hanno sempre affermato i ragazzi, giocano sempre in 12 in quanto è come se Christian Eriksen fosse sempre con loro. Il centrocampista nerazzurro sarà a Milano tra dieci giorni e non parteciperà al ritiro della squadra che attende gli esiti per sapere come potrebbe essere il futuro del ragazzo.

Le parole del Capitano Kjaer: ‘’L’obiettivo era quello di giocare a Wembley e ci siamo riusciti ma la semifinale non ci basta. Mentirei se dicessi il contrario. Adesso dobbiamo pensare a giocare una partita che sarà difficile. Mi piace difendere sotto pressione, soprattutto nel gioco aereo. Potevamo difendere meglio ma siamo soddisfatti’’

30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti