IL FATTORE "TOMORI"

Secondo clean sheet consecutivo dal ritorno di Tomori


In un freddo pomeriggio di Dicembre, il Milan di Stefano Pioli batte in scioltezza la neo-promossa Salernitana di Colantuono e si riporta in vetta alla classifica di Serie A. I rossoneri si impongono per 2-0 con le reti di Kessie e del laterale belga Saelemaekers, regalando un sorriso ai quasi 44.000 tifosi di San Siro. Da sottolineare il bellissimo gesto di affetto e di vicinanza dei giocatori milanisti che, durante la fase di riscaldamento, hanno voluto omaggiare il compagno di squadra Kjaer, costretto a uno stop di almeno sei mesi per infortunio al legamento crociato, con una maglietta bianca con la dedica: “Forza Simon”.


PARTENZA SPRINT - Nonostante la formazione rimaneggiata in ottica Champions, la squadra parte con la giusta concentrazione e con ottimo piglio. Al 5’ è Kessie a portare in vantaggio i rossoneri. Buona discesa di Leao sulla sinistra che si fa largo nell’area di rigore campana e spiana la strada per l’accorrente centrocampista ivoriano che con il piatto sinistro cambia angolo e spiazza Belec. 1-0


ALTRO STOP - Il Milan gestisce bene il possesso palla e la Salernitana non crea nulla in fase offensiva. Al 15’ minuto però, il giovane attaccante classe 2001 Pietro Pellegri, partito titolare al posto dì Ibrahimovic e desideroso di mettersi in mostra, è costretto ad alzare subito bandiera bianca. Durante uno scatto, infatti, il giovane attaccante italiano ha sentito dolore all'adduttore ed è stato sostituito da Pioli. Altra bruttissima tegola per lui e per il mister che si ritrova con la squadra decimata dagli infortuni nel reparto offensivo.


RADDOPPIO E CONTROLLO - La reazione salernitana al gol subito non arriva e la coppia difensiva Tomori – Romagnoli riesce tranquillamente ad arginare le sterili manovre offensive degli uomini di Colantuono. Al 18’ il Milan riesce a concretizzare la superiorità a livello tecnico-tattico. Il fantasista spagnolo Brahim Diaz si libera al limite dell’area avversaria e con un bellissimo filtrante serve il numero 56 Saelemakers che con uno splendido movimento sulla fascia destra, si accentra e di sinistro infila in rete un bel tiro a giro con il mancino. Gol e maglietta numero 24 del capitano della Danimarca Kjaer mostrata a tutto lo stadio. La partita prosegue con lo stesso copione, con il Milan che prova ad affondare e rendere più ampio il divario. Però, complice anche la poca precisione sotto porta degli uomini di Pioli, il punteggio rimane invariato fino al fischio finale.


FATTORE TOMORI - Alla seconda presenza consecutiva dopo il rientro dall’infortunio, Tomori è tornato a comandare il reparto difensivo dei rossoneri e, per la seconda gara consecutiva, la porta di Maignan è rimasta inviolata. Questo è un importante stimolo per la fondamentale partita di Champions di martedì sera in casa contro il Liverpool ed era importante non sbagliare e non perdere punti in un campionato di Serie A più combattuto che mai.




3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti