Dal gol lampo di Leao a quello di Calabria: non c'è niente di casuale, è tutto studiato a tavolino

Dal gol lampo di Leao a quello di Calabria: non c'è niente di casuale, è tutto studiato a tavolino


Theo si accentra, alza la testa e premia l’inserimento di Calabria, che beffa Musso in due tempi. Il gol lampo di Davide contro l’Atalanta (dopo appena 28 secondi) ha ricordato quello ancor più rapido (6 secondi e 76 centesimi) segnato da Leao al Sassuolo nella scorsa stagione. Insomma, il Milan l’ha fatto di nuovo. Tutto casuale? Macché!


TUTTO STUDIATO - Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, entrambi i gol sono il risultato di schemi perfettamente riusciti. Non c’è stato nulla di casuale, dunque, tutto era studiato nei minimi dettagli, scrive il noto quotidiano, che riprende anche le dichiarazioni rilasciate da Calabria al termine del match contro l’Atalanta: "L’abbiamo preparata in questi giorni, l’idea era entrare con i terzini come se fossimo centrocampisti". Il metodo funziona: lo staff di Pioli, prima di ogni partita, esamina l’impostazione della squadra avversaria per individuane il punto debole, a quel punto Pioli studia la strategia ideale.


TECNOLOGIA - Si tratta, quindi, di "giocate codificate", provate e riprovate in allenamento, basate sull’effetto sorpresa. Determinante l’utilizzo della tecnologia: i droni, ad esempio, consentono di avere una preziosa visuale, mentre i giocatori hanno tutte le informazioni su un’apposita app installata su smartphone e tablet personali. Ognuno, riguardandole, sa esattamente cosa fare.



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti