Conferenza stampa Pioli post Milan Inter: le parole del tecnico

Conferenza stampa Pioli post Milan Inter: le parole del tecnico


Conferenza stampa Pioli post Milan Inter: ecco le parole del tecnico rossonero dopo il match contro i nerazzurri:


Sul match: «Siamo partiti bene, siamo stati aggressivi, abbiamo provato noi a gestire la partita. Su un nostro errore abbiamo dato la possibilità all’Inter di andare in vantaggio. Poi abbiamo reagito e giocato pallone su pallone contro una squadra forte ma dimostrando di essere forti anche noi».


Su Calhanoglu: «Le scelte sono state fatte perché Saelemaekers mi era sembrato in calo di rendimento, soprattutto dal punto di vista tecnico, e perché volevo giocare con due trequarti per togliere punti di riferimento all’Inter. Calhanoglu? Ci siamo salutati a fine partita normalmente».


Sul credere sempre più allo scudetto: «Aumenta sia la consapevolezza dei nostri mezzi che la certezza che in Italia il livello delle squadre lotteranno tante. Stasera ho visto una squadra coraggiosa, di spirito, con iniziativa: sicuramente più forte di quella dell’anno scorso».

Sulla lotta per lo scudetto: «Io credo che 7 punti in questo momento siano pochi. L’Inter è una squadra molto forte, ci sono 4-5 squadre che lotteranno fino alla fine per lo Scudetto, ma ci siamo anche noi».


Sulla coreografia verso i tifosi rossoneri: «Sono rimasto non sorpreso perché ho imparato a conoscere i tifosi rossoneri.

Dedicare in una partita così sentita e delicata un pensiero ad una categoria dei professionisti che si è adoperata tanta in un momento difficile. Sono orgoglioso dei tifosi del Milan».


Sugli scontri diretti: «La differenza la faranno i punti guadagnati nelle altre partite, anche se abbiamo dimostrato di poter far bene anche negli scontri diretti. Le partite da preparare al meglio possibile sono quelle contro Fiorentina, Sassuolo, Udinese, Genoa. Subito dopo la sosta dobbiamo fare bene. Spero che i miei nazionali facciano bene in nazionale e poi tornino bene al Milan».


Sul gioco: «La qualità del gioco e la determinazione giusta sono il binomio vincente. Quando i livelli sono molto simili, le partite vanno combattute. Mi è piaciuta la mentalità della squadra, non si è abbattuta nelle situazioni favorevoli dell’Inter e anzi: ci siamo ripresi e abbiamo cercato di vincere. Stiamo facendo meglio rispetto all’anno scorso: c’è ancora tanto spazio per tenere questo livello. Siamo una squadra in crescita, siamo una squadra forte».



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti